News

Si prega di provare a utilizzare la navigazione superiore o di ricerca per l'immobile che stai cercando, grazie!

Compravendita immobiliare: cosa c’è da sapere

Compravendita immobiliare

Il momento della compravendita immobiliare è un momento delicato per entrambe le parti in causa. Chi compra si trova, magari, davanti alla scelta della propria futura abitazione, all’interno della quale vivrà gioie e dolori della propria vita, e potrebbe apprestarsi ad un esborso economico non indifferente. Dall’altra parte, il venditore, potrebbe star lasciando l’abitazione in cui per anni ha trascorso le proprie giornate e dove ha memorie ed affetti, o magari potrebbe trovarsi nella necessità di dover vendere casa per ottenere una liquidità economica ma vuol evitare di svendere la sua proprietà. In ogni caso la compravendita di un immobile risulta, quindi, essere un periodo denso di aspettative e di dubbi; è per questo che l’agenzia La Pieve s.r.l. ha sempre assunto il proprio ruolo di mediatore con impegno, serietà e passione, mettendo al primo posto la soddisfazione e la felicità di ambo le parti contraenti.

Per chi vende

  • Il primo passo è, senza dubbio, valutare la casa. Questa che potrebbe sembrare un’operazione facile è in realtà una delle più spinose: i proprietari tendono a considerare nel valore dell’immobile anche la componente affettiva che hanno nei confronti dello stesso, o, nel caso inverso, a sottostimarne il valore magari ignorando le oscillazioni del mercato immobiliare, oppure, perché spinti dalla necessità di ottenere un guadagno.
  • Secondo di poi è l’organizzazione del materiale documentario: mettere in vendita un immobile non consiste esclusivamente nell’appendere un cartello con scritto “vendesi”; è, infatti, necessario richiedere una grande mole di documenti, che vanno ordinati con attenzione per non compromettere la buona riuscita della transazione: la planimetria catastale, l’atto di provenienza (rogiti, successioni…), l’attestato di prestazione energetica, ed altri. Affidarsi a degli esperti vuol dire anche verificare che sia tutto in regola e, eventualmente, lasciarsi la possibilità di intervenire per recuperare le lacune, evitando così che l’operazione di compravendita slitti.

Per chi compra

  • Il primo passo è sicuramente fissare un budget per l’intera operazione di compravendita. Può sembrare scontato ma non lo è affatto, infatti, si tende, spesso, a considerare nel proprio budget solo la spesa per l’acquisito dell’immobile ma poi vi sono altre spese, comunque minori, che possono far lievitare leggermente il costo totale dell’operazione. Ad esempio, nella grande maggioranza dei casi, quando viene acquistata una casa da un privato, l’acquirente effettua delle piccole ristrutturazioni; altra spesa da tenere a mente è la parcella del notaio, a carico di chi acquista.
  • Scelto il budget potrebbe essere necessario reperirlo, bisogna quindi valutare con attenzione la convenienza di un mutuo. Di solito conviene affidarsi alla propria banca, sia per una questione di comodità che per un fattore puramente economico; ma negli ultimi anni i mutui si sono evoluti e si possono adattare alle più diverse situazioni di reddito e svariate necessità, per questo può essere utile consultare il proprio broker di fiducia per una valutazione di prestiti alternativi.

L’agenzia La Pieve s.r.l. si occupa di compravendita di differenti tipologie di immobili (edifici e capannoni industriali, rustici e edifici residenziali) e può vantare un’esperienza decennale. Scegli un esperto ed evita gli imprevisti, scegli La Pieve s.r.l.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto