News

Si prega di provare a utilizzare la navigazione superiore o di ricerca per l'immobile che stai cercando, grazie!

Debiti della Pubblica amministrazione

Il pagamento debiti Pubblica amministrazione rappresenta un non irrilevante problema per le aziende del settore edile che, talvolta, proprio a causa della lentezza con cui vengono saldati i debiti statali, si sono ritrovati in condizioni deficitarie sia con i fornitori sia con gli impiegati. Analizziamo insieme questo fenomeno.

I numeri del problema

Il nostro Paese, nonostante il succedersi dei vari governi, continua a mantenere dei tempi estremamente lunghi nel liquidare le fatture dei creditori, tempi non paragonabili rispetto a quelli degli altri Stati dell’Unione Europea. I tempi di pagamento da parte del settore pubblico italiano, secondo una ricerca effettuata dal centro studi Impresa lavoro basata sui dati ufficiali di Bankitalia e sull’European Payment Report di Intrum Justitia, nel 2018 si sono attestati a 67 giorni. Questo dato segnerebbe un notevole miglioramento rispetto ai 104 giorni del 2017, ma restiamo ancora lontani dalla media europea che garantisce il saldo entro 42 giorni e ci posiziona, in questa particolare classifica, davanti solamente alla Grecia (115 giorni) e al Portogallo (75 giorni), e un punto dietro la Spagna che liquida le proprie fatture con una media di 41 giorni. Il nostro valore attualmente supera di 19 giorni quello della Francia e di ben 39 quello del Regno Unito e di 40 giorni quello tedesco.

Il rapporto con la piccola-media impresa

Non si tratta però di una semplice competizione fra Stati, infatti, questi ritardi cronici comportano gravi disagi e perdite per le imprese che, dovendo anticipare tali fatture, si stima nel 2018 abbiano perso 3,7 miliardi di euro, cifra generata dagli interessi passivi a fronte di un costo medio del capitale pari al 7,043% su base annua. In Italia quasi una piccola-media impresa su cinque vanta crediti con la Pubblica amministrazione. Secondo alcune stime, fra il 2009 e il 2018, sono fallite in Italia più di 100.000 aziende. Nonostante il numero sia in calo dal 2014 questo non può farci sorridere. Ovviamente, la causa di questi fallimenti non è da imputare in toto ai ritardi nei pagamenti Pubblica amministrazione, quanto ad un periodo di profonda crisi economica mondiale. Nonostante questo, un più puntuale pagamento dei debiti da parte dello Stato avrebbe forse permesso che tale numero fosse ridotto.

Debiti Pubblica amministrazione: cosa sta cambiando

Se da una parte va ricordato che grazie ai massicci investimenti introdotti negli ultimi anni lo Stato è riuscito a porre rimedio ad una emorragia e a saldare gran parte del proprio debito, va altresì notato che i debiti commerciali si rigenerano con frequenza, dal momento che i servizi vengono forniti continuativamente, e quindi, liquidare i debiti Pa pregressi di per sé non comporta l’azzeramento dello stock complessivo. Il netto miglioramento nei giorni necessari al pagamento Pa dei debiti è dovuto in massima parte alla fatturazione elettronica, ma servono ancora numerose riforme che, nonostante le varie forze politiche sembrano condividere, stentano ad arrivare, come, ad esempio, una riforma della Giustizia che comporti un notevole ridursi dei tempi necessari per una sentenza.

La Pieve s.r.l

La Pieve, essendo un’agenzia immobiliare che, fra gli altri, si occupa dello sviluppo di progetti immobiliari, industriali e di bioedilizia aziendale, e dell’insediamento e dell’avviamento di giovani imprenditori alla loro prima esperienza nel settore, condivide le preoccupazioni di migliaia di altre aziende e chiede a gran voce importanti riforme nel settore edilizio, anche considerando che fra i settori industriali rappresenta quello a maggior costo del lavoro.

Contattaci per avere maggiori informazioni su tutti i campi d’applicazione della nostra azienda e per scoprire cosa, noi di La Pieve, possiamo fare per te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto